REGOLAMENTO

7° CAMPIONATO MASTER CALCIO a 5

2017/2018


                                                                                                              

Il seguente regolamento è stato ideato e realizzato esclusivamente per il Campionato Master di Calcio a 5, giunto oramai alla sua 7ª Edizione. Pertanto si diffida chiunque lo usi impropriamente e senza autorizzazione, a mo' di copia e incolla sostituendo semplicemente la denominazione del torneo.

 

L’Associazione Football Fiano di seguito denominata sotto la sigla di “C.O.” (COMITATO ORGANIZZATORE) in collaborazione con l’ASD GS Fiano Romano, organizza il “6° Campionato Master di calcio a 5” aperto a tutti, calciatori tesserati e non, che siano in regola con il certificato medico idoneo per l’ attività sportiva non agonistica, da consegnare al proprio responsabile squadra il quale lo conserverà per tutto il torneo.

ATTENZIONE: Il certificato medico ha validità 1 anno. L’originale va conservato dall’interessato, che consegnerà copia al responsabile della squadra. Quest’ultimo dovrà conservare, per tutta la durata del torneo, sotto la propria responsabilità, le copie dei certificati dei giocatori della propria squadra verificando nel contempo la correttezza delle relative date di scadenza. Il responsabile della squadra deve avere a disposizione la copia dei certificati medici di tutti i giocatori in lista in caso gli vengano richiesti; in caso contrario il responsabile assolve l’ORGANIZZATORE DEL TORNEO e tutti i suoi SOCI e rappresentanti da qualsiasi responsabilità derivante dall’eventuale atto omissivo.

 

1 - DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DEL TORNEO
Il “Campionato Master Calcio a 5 2017/2018” è riservato a squadre dilettantistiche ed è da considerarsi di tipo amatoriale. Pertanto non sono ammessi al campionato tesserati di serie A calcio a 5 e tesserati di serie A e B di calcio a 11; pena l’esclusione dal campionato del diretto interessato con conseguente multa e penalizzazione alla squadra appartenente.

 

2 - ISCRIZIONE AL TORNEO E PAGAMENTI PARTITE
Il Comitato Organizzatore (C.O.) si ritiene NON responsabile di eventuali infortuni capitati agli stessi calciatori. L’organizzazione, delega ad ogni responsabile di squadra l’incombenza di mandare al campo la sua compagine munita di maglie tutte uguali e di documenti d’identità onde evitare multe ed inutili discussioni. La “quota campo” è da saldare OBBLIGATORIAMENTE prima di ogni partita.

La squadra si dovrà presentare all’arbitro con:

a) lista partita correttamente compilata in ogni sua parte accompagnata dalla quota campo

b) divisa da gioco

c) documento di riconoscimento

 

3 - PALLONI e SCARPE DA GIOCO

Nei campi in erba sintetica è vietato l’uso di scarpe da calcio con tacchetti di ferro. Per tutta la durata del torneo saranno utilizzati palloni n°4 a rimbalzo controllato. Inoltre NON saranno forniti palloni per il riscaldamento pre-gara.


4 - LISTE D'ISCRIZIONE

Le squadre iscritte dovranno presentare una lista iniziale dei giocatori che prenderanno parte al torneo. La lista iniziale dovrà essere consegnata al Comitato Organizzatore prima dell’inizio del Torneo, ed è da considerarsi aperta e cioè che ogni squadra può inserire nuovi giocatori in lista (previa richiesta al C.O.) fino alla fine della prima fase fino ad un massimo di 20 iscritti. Ogni responsabile dal momento in cui inizierà la seconda fase (coppe Europee) dovrà consegnare la lista definitiva con al massimo 20 giocatori compresi gli eventuali acquisti di calciomercato. Ricordiamo a tutti che le liste sono on-line sul sito www.footballfiano.com e quindi visibili a tutti. Un giocatore può partecipare anche con più squadre, l’importante è che (per quanto riguarda la prima fase) rispetti le varie sessioni di calciomercato che comunicherà anzitempo il C.O. La sessione di calciomercato serve per far si che ogni squadra abbia la possibilità di togliere al massimo 3 giocatori dalla lista aggiungendone altrettanti. Si possono "tesserare" giocatori di altre squadre che magari non si trovano più bene con i rispettivi compagni e cambiare casacca. Potrà capitare dunque che un giocatore seguendo sempre le sessioni di calciomercato che verranno comunicate anticipatamente può cambiare maglia e ritrovarsi a giocare con un altra squadra seguendo magari alcuni suoi amici che non pensava di incontrare allo stesso torneo. Nella seconda fase quella per intenderci ad eliminazione diretta non sarà possibile nessun trasferimento e non sarà possibile giocare diverse competizioni con più squadre. Per disputare la fase finale ad eliminazione diretta occorrerà aver collezionato almeno DUE PRESENZE nella prima fase.

 

5 - LISTE PARTITA

Entro l'orario stabilito dal calendario ufficiale degli incontri in programma, le squadre devono presentare al responsabile del C.O. e all'arbitro una lista elencante i giocatori che prenderanno parte all'incontro. Possono entrare dentro il rettangolo di gioco durante la disputa delle gare solamente i giocatori ed un solo dirigente accompagnatore che solleva il C.O. da ogni responsabilità in ordine a infortuni alla sua persona. I giocatori che arrivano in ritardo e figurano nella lista presentata al direttore di gara prima dell'incontro, possono partecipare lo stesso.

 

6 - REGOLE DI GIOCO E DURATA DELLA GARA

Il regolamento utilizzato in questa manifestazione sarà quello ufficiale della F.I.G.C. per il calcio a 5 che sarà possibile scaricare dal sito internet www.figc.it. La durata della gara è stabilita in due tempi di 25 minuti ciascuno con un intervallo mai superiore a 5 minuti. E’ possibile richiedere un time-out a gara per ogni squadra. Nessun componente della squadra può lasciare il campo da gioco senza l‘autorizzazione dell’arbitro di gara; in tal caso sono previste eventuali sanzioni disciplinari.

 

7 - CAPARRA DISCIPLINARE
Il regolamento disciplinare contiene varie sanzioni disciplinari e pecuniarie, se una squadra sarà sanzionata con una multa in denaro verrà tempestivamente informata dal C.O. Dal momento in cui il C.O. informerà la squadra, quest’ultima avrà sette giorni di tempo per saldare la multa depositando la quota presso la sede del C.O. Se una squadra dovesse chiedere uno spostamento della gara il giorno stesso e non venisse accordato dovrà presentarsi obbligatoriamente in campo, se ciò non avvenisse verrà data partita persa e dovrà essere pagata in separata sede la quota campo. Se la squadra si rifiutasse di pagare la quota verrà radiata dal torneo in corso. Inoltre non verranno applicate multe per espulsioni e ammonizioni tranne ovviamente per le squalifiche disciplinari sanzionate dal giudice sportivo. La quota cauzionale verrà restituita all’ultima partita tranne il caso in cui la squadra non si presenti ad un incontro previsto e/o si renderà responsabile di atti vandalici: in tal caso perderà il diritto alla restituzione e dovrà comunque reintegrare la quota stessa.

 

8 - TERMINE DI ATTESA
Non sono ammessi ritardi superiori ai 20 minuti rispetto all'orario stabilito dal calendario ufficiale (ciò significa che una squadra può chiedere i 20 minuti di attesa dall’orario di inizio gara e non dalla fine della partita precedente). Entro tale termine la squadra che dovrà disputare l'incontro si deve presentare con almeno 3 giocatori in divisa pronti per prendere parte all'incontro; la lista partita debitamente compilata; un documento di riconoscimento per ogni giocatore che prende parte all'incontro e quota campo regolarmente versata. Nel caso che una squadra supera il ritardo dei 20 minuti il direttore di gara assegnerà automaticamente alla squadra in regola la vittoria a tavolino per 3-0. Superato il ritardo dei 20 minuti, l’incontro si potrà disputare ugualmente solo nei seguenti casi:

- il ritardo di 20 minuti non viene causato da una delle due squadre ma è imputabile al Comitato Organizzatore (impianto elettrico che salta, ritardo al campo dell'arbitro etc.)

- il circolo ospitante consegna in ritardo gli spogliatoi ad una squadra

- se la squadra che ha diritto al 6-0 a tavolino decide di disputare ugualmente l'incontro,sempre che il campo dove si deve giocare, nell'ora successiva non sia prenotato per una gara di torneo o privati.

 

9 - RITIRO
Nel caso in cui una squadra per qualsiasi motivo si ritirerà o verrà esclusa dal Torneo, alla stessa non sarà riconsegnata la cauzione e si applicherà la seguente regola: le partite già giocate saranno considerate valide, mentre per le restanti partite, l'Organizzazione al fine di salvaguardare la Serietà del Torneo, sostituirà la squadra in defezione con una Nuova, la quale garantirà Serietà ed Affidabilità sino alla fine del Campionato. Se una squadra si rifiuterà di presentarsi alle gare verrà esclusa oppure nell’anno successivo non verrà ammessa a partecipare al Torneo. Nell'eventualità che una o più squadre regolarmente qualificate nella “regular season” decidessero di ritirarsi e quindi di non partecipare alla fase finale la classifica vedrà a scalare qualificarsi le prime aventi diritto o le prime facenti parte di un'altra competizione (vedi coppa uefa). Nel caso non si riuscisse a sostituire una squadra ritirata o eliminata dal torneo,saranno omologati i risultati precedentemente conseguiti sul campo dalla squadra ritirata/eliminata, e solo i risultati riguardanti le partite che quest'ultima avrebbe dovuto disputare, verranno omologati con il risultato di 6-0 a tavolino.

 

10 - ASSENZA DI ENTRAMBE LE SQUADRE
Nel caso in cui le squadre non si presentassero ad un incontro in programma, oppure non si raggiungesse il numero regolamentare di giocatori atti a disputare una partita, saranno penalizzate entrambe di un punto oltre ad essere sanzionate con relativa multa pecuniaria da scalare alla caparra disciplinare.

 

11 - ASSENZA DI UNA SQUADRA
Nel caso di mancata presenza della squadra avversaria, la squadra presente al campo, vincerà l'incontro con il punteggio di 6-0 a tavolino ed inoltre non dovrà pagare la quota di Euro 50 per la partita, che invece spetterà alla squadra assente che pagherà quindi l'intera quota incontro (100). I giocatori della squadra presente al campo verranno inseriti comunque nella distinta che sarà valida per la lista presenze. In caso di mancata presentazione in campo di una squadra per più di una volta, il C.O. potrà decidere per l’esclusione dal torneo. Non verrà restituita in nessun modo e per nessuna ragione quanto già versato al Comitato Organizzatore. In caso si dovessero presentare in tenuta di gioco, alcuni ma non tutti i giocatori necessari per il numero minimo consentito dal regolamento e non si dovesse disputare la partita, la squadra “assente” dovrà pagare 80 Euro, mentre la squadra presente dovrà versare 20 Euro per prendere la partita vinta a tavolino, e concorrere, comunque in misura ridotta, alle spese di affitto campo e dell’arbitro. Si può altrimenti, di comune accordo, ma non necessariamente, rinviare la partita a data da destinarsi che deciderà poi il C.O. Si fa presente che in caso una squadra volesse perdere appositamente (per esempio preferendo accedere in Europa League anziché in Champions; o conoscendo già un altro risultato e quindi con la possibilità di farsi calcoli per la classifica finale e i vari incroci della fase finale) non presentandosi al campo, non solo dovrà pagare l’intera quota partita (e quindi il totale di entrambe le squadre); ma sarà anche penalizzata di almeno 1 punto per comportamento scorretto. Tutto ciò al fine di cercare di tutelare le squadre che si comportano in modo corretto e giocano onestamente senza fare calcoli, al contrario di chi paradossalmente paga la quota partita per perdere appositamente.

 

12 - MAGLIE
E’obbligatorio per le squadre partecipanti al torneo un completo di magliette e calzoncini uguali per la partecipazione allo stesso. Nell’eventualità che le squadre che debbano disputare la gara si trovassero con lo stesso colore di maglie, il C.O. metterà a loro disposizione un completo di fratini.

 

13 - CLASSIFICHE
Nel compilare le classifiche,nel caso di parità di punteggio tra due o più squadre, saranno presi in considerazione, nell'ordine, i seguenti fattori :

A - scontro diretto

B - differenza reti nello scontro diretto

C - differenza reti in generale

D - maggior numero di reti fatte

E - classifica disciplinare

Nel caso di parità di punteggio tra più di due squadre, la classifica verrà determinata secondo le regole sopra elencate, ricorrendo però al sistema della classifica avulsa ovvero tenendo conto dei risultati conseguiti negli scontri diretti, tra le squadre interessate allo spareggio.

 

14 - ASSENZA DEL DIRETTORE DI GARA
In caso di mancata presenza del direttore di gara, è facoltà di uno degli organizzatori decidere se arbitrare direttamente l'incontro in programma. In questo caso si richiede da entrambe le squadre il massimo rispetto. Nel caso non fosse possibile disputare l'incontro in programma, sarà compito del Comitato Organizzatore, trovare una data per effettuare l`incontro di recupero cercando di non danneggiare troppo le squadre interessate. 

 

15 - AMMONIZIONI E SQUALIFICHE
Per le ammonizioni e le squalifiche il Comitato Organizzatore ha stabilito quanto segue : 

a) il giocatore che verrà espulso dal campo di gioco per doppia ammonizione NON verrà automaticamente squalificato per 1 giornata. Ciò significa che se un giocatore dovesse ricevere due cartellini gialli per semplici falli da gioco avrà solo la squalifica da campo e potrà partecipare alla partita successiva.

b) per quanto riguarda le diffide, i giocatori saranno automaticamente squalificati per una giornata quando, nel corso di più partite, seguendo il calcolo delle ammonizioni sopra specificato totalizzeranno n°5 cartellini gialli, poi dopo il 10° cartellino, poi dopo 12 cartellini gialli e ad ogni successiva ammonizione.

Ricordiamo inoltre che le ammonizioni prese durante la prima fase vengono sommate nella seconda e non azzerate. Un giocatore squalificato che decidesse di ingannare il C.O. scendendo lo stesso in campo,se individuato,vedrà allungarsi la sua squalifica e alla sua squadra verrebbe inflitta la sconfitta della gara stessa per 6-0 a tavolino. Inoltre se un giocatore giocasse con più squadre verrà preso in considerazione il reclamo della squadra e analizzato il caso specifico. Per squalifiche di tipo disciplinare verranno sanzionate multe a partire da €10 che saranno scalati automaticamente dalla cauzione.

 

16 - ESPULSIONE DI UNA SQUADRA DAL TORNEO
I giocatori, i dirigenti, i tifosi, e tutti coloro vicini ad una squadra che, prima, durante o dopo lo svolgimento delle partite cercassero di colpire, colpiscano, sputino, insultino pesantemente o spintonino il direttore di gara o una persona facente parte dell'organizzazione porteranno automaticamente alla squalifica dal torneo la propria squadra senza restituzione della cauzione versata. Nel caso in cui vengano compiuti o si cerchi di compiere atti di violenza nei confronti di giocatori di squadre avversarie, o di cose facenti parte dell'impianto in cui si disputa l'incontro, i responsabili incorreranno nella squalifica di una o più giornate oppure nei casi più gravi porteranno all' espulsione dal torneo la propria squadra senza restituzione delle somme versate. In tutti i casi sopra elencati i giocatori, dirigenti o tifosi potranno incorrere nelle sanzioni penali e civili previste dalle leggi in vigore. La decisione di espulsione dal torneo verrà presa dal Comitato Organizzatore Gruppo Arbitrale, che la comunicherà al responsabile della squadra in questione, entro 7 giorni dal verificarsi dell'episodio. Una volta presa e comunicata, la decisione di squalifica di una squadra sarà irrevocabile, pertanto nel caso specifico non sarà accettato alcun tipo di ricorso da parte del Comitato Organizzatore. Nel caso di una partita ad eliminazione diretta nella gara di andata una squadra si imponesse con uno scarto di reti superiore a 6 e decidesse in maniera poco sportiva di non presentarsi alla gara di ritorno dando partita vinta alla squadra avversaria, il C.O. non solo non darà lo 0-6 ma eliminerà la squadra che lo farà per comportamento antisportivo e passerà il turno la compagine avversaria

 

17 - LISTA IRREGOLARE

Un giocatore non può disputare il torneo con due o più squadre contemporaneamente. Potrà altresì cambiare squadra quando ci saranno le varie sessioni di "mercato" spalmate dal C.O. I calciatori potranno cambiare casacca soltanto nella prima fase di qualificazione e mai nella fase finale. Alla fase finale parteciperanno i calciatori che saranno in lista. 

 

18 - IL DIRIGENTE ACCOMPAGNATORE (compiti e responsabilità)

Il dirigente accompagnatore rappresenta la Società nei confronti dell'Organizzazione,del Direttore dì Gara, della Squadra  avversaria; si preoccupa del contegno dei suoi tesserati, mantenendo un comportamento sportivo e cordiale,prima,durante e dopo la gara verso i partecipanti e componenti la gara stessa. Ha il dovere di compilare la lista dì gara da presentare all'arbitro completa di tutti i dati richiesti unitamente ai documenti di identità richiesti. In assenza di un dirigente accompagnatore la carica viene ricoperta dal capitano della squadra stessa, con tutti gli obblighi spettanti al dirigente stesso.

 

19 - RECLAMI
Se una squadra iscritta al torneo ravvedesse delle irregolarità nella disputa dello stesso, potrà inoltrare reclamo scritto direttamente al C.O.

OGNI DECISIONE DELLA COMMISSIONE DISCIPLINARE SARA' INSINDACABILE ED INAPPELLABILE.
Il reclamo può essere :
a - avverso il risultato in campo. Deve pervenire entro le 48 ore successive alla gara in oggetto; al reclamo deve essere allegata la tassa di €5.
b - avverso i provvedimenti disciplinari; ciò significa che si può inoltrare reclamo scritto da parte di una squadra contro la squalifica di un suo tesserato entro le 48 ore dalla squalifica stessa. Il responsabile arbitri valuterà il ricorso e deciderà se respingerlo o accettarlo; al reclamo deve essere allegata la tassa di €5.
c - per posizioni irregolari dei giocatori. Le prove sono tutte a carico della reclamante.
Inammissibilità del Reclamo: mancando uno qualsiasi dei requisiti richiesti, il reclamo verrà respinto per VIZIO DI FORMA. Non sono altresì ammessi altri reclami per decisioni tecniche o disciplinari prese dall'arbitro.

 

20 - INCONTRI AD ELIMINAZIONE DIRETTA

Nelle fasi finali, per ogni turno, verranno disputate gare di andata e ritorno, al termine delle quali, per il computo finale dei goal, NON avranno valore maggiore i goal "in trasferta". In caso di parità si tireranno direttamente i calci di rigore. La Finale sarà disputata in gara unica; in caso di parità si tireranno 5 calci di rigore per squadra con eventuali rigori ad oltranza

 

21 - RESPONSABILITA C.O.

Il Comitato Organizzatore non è responsabile né civilmente e né penalmente di eventuali danni o lesioni provocate alle persone, siano essi giocatori o spettatori durante lo svolgimento del torneo. L'organizzazione è esonerata da ogni responsabilità sia civile che penale, in ordine alla idoneità dei giocatori ad effettuare attività sportiva; pertanto ogni giocatore si assume in proprio la responsabilità connessa al conseguimento di detta idoneità tramite visita medica. Per i minori di anni 18 dovrà essere rilasciata l'autorizzazione dei genitori.

 

22 - SPOSTAMENTI GARE
Il calendario del Torneo potrà essere modificato con dovuto preavviso solo dal C.O. per esigenze organizzative. Per chiedere uno spostamento di giorno o di orario, il responsabile di una squadra dovrà contattare il Comitato Organizzatore almeno 7 giorni prima della data dell'incontro. Successivamente il C.O. nel caso in cui riesca ad effettuare lo spostamento, comunicherà la data del recupero. Nell'eventualità che questo spostamento di partita risulti impossibile (esempio la squadra avversaria si rifiutasse per problemi personali a spostare la gara) e la squadra che lo ha chiesto decidesse di non giocare ugualmente la partita in essere, verrà data partita persa alla richiedente e pagamento della quota campo. Se una squadra, nonostante abbia ricevuto il calendario del Torneo all’inizio dello stesso, decidesse in proprio di voler perdere una partita a tavolino e avvisasse in tal senso il C.O., sarà tenuta ugualmente al pagamento della quota campi di Euro 50.

 

23 - CLASSIFICHE SPECIALI
Miglior portiere:
Alla fine di ogni partita verrà dato ad ogni portiere un voto da 0 a 10. Vincerà il titolo il portiere che avrà totalizzato la migliore media voto. In caso di parità di punti fra due o più portieri vincerà il titolo quello che avrà giocato il maggior numero di partite, e in caso di persistente parità, quello che avrà subito meno reti. Per vincere la classifica a fine torneo è necessario aver disputato minimo la metà delle partire in calendario.
Miglior giocatore:
Alla fine di ogni partita l'arbitro dovrà eleggere il miglior giocatore di ciascuna squadra e assegnargli un voto da 0 a 10; vincerà il titolo il giocatore che avrà totalizzato la migliore media voto e non semplicemente chi avrà totalizzato più volte il titolo di "man of the match"..
Capocannoniere:
Per determinare il capocannoniere al termine del torneo vincerà il giocatore che avrà segnato il maggior numero di reti nella fase a gironi.

 

24 - SETTORE ARBITRALE E COMMISSIONE GIUDICANTE
Il settore arbitrale e la Commissione Giudicante che giudica i referti arbitrali e sanziona le varie squalifiche è gestito autonomamente, ha un suo designatore e un suo giudice, pertanto il C.O. è esente da responsabilità e non conosce né gli arbitri designati né i referti consegnati al giudice che provvederà a comunicare soltanto le sue decisioni. Le partite del Torneo saranno dirette da arbitri ASI. Una copia di tutte le liste delle squadre sarà data alla Commissione Arbitrale la quale ha il potere di segnalare anche a Torneo iniziato eventuali giocatori e/o iscritti che si siano resi protagonisti di fatti poco piacevoli durante vari Tornei e manifestazioni sportive nostri o affini organizzati in passato, rifiutandosi di fornire gli arbitri fino a quando il giocatore/i  non verrà espulso dal Torneo. Quanto spiegato obbliga il Comitato Organizzatore ad escludere dal Torneo automaticamente e definitivamente il giocatore anche a Torneo iniziato. In caso di mancanza dell’arbitro se la partita non comporti l’eliminazione di una delle due squadre (scontro diretto) potrà essere arbitrata anche dal responsabile di campo o da una persona da lui indicata, in caso contrario la partita verrà rinviata e le squadre naturalmente non pagheranno la quota-campo.

 

25 - SOSPENSIONE DI UNA GARA
Se una partita venisse sospesa dal direttore di gara o dall’organizzazione per un qualsiasi motivo si attueranno i seguenti provvedimenti. Sconfitta a tavolino per una delle due squadre, ripetizione della gara o ripresa della gara dal minuto della sospensione. Se la partita comincia regolarmente, ma viene sospesa in un qualsiasi minuto entro il 40° minuto, la gara sarà recuperata partendo dal minuto e dal risultato che si aveva al momento della sospensione. Superato il 40° minuto verrà omologato il risultato che si aveva in quel preciso istante. In tutti i casi farà fede il referto arbitrale e la commissione disciplinare deciderà in maniera autonoma il da farsi. L’arbitro può capovolgere il risultato del campo se nel referto finale indica di aver portato avanti la gara “PRO-FORMA” in questo caso il risultato di fine partita sarà lo 0-3 a tavolino. L’Arbitro può abbandonare la partita se ritiene opportuno farlo, in questo caso (se l’organizzazione ritiene di non sostituirlo) il risultato della gara dipenderà esclusivamente dal referto arbitrale.

Il Comitato Organizzatore  si riserva il diritto di integrare e di apportare qualsiasi tipo di modifica al presente regolamento, anche con effetti retroattivi, senza l’autorizzazione delle squadre iscritte, ma informandole il prima possibile.

Il Comitato Organizzatore e il Circolo Sportivo in cui si svolge il torneo e quindi l’ASD GS Fiano Romano, sono espressamente esonerati civilmente e penalmente da ogni e qualsiasi responsabilità per gli eventuali incidenti accorsi ai partecipanti al torneo, prima, durante,e dopo le gare, e per danni a persone o cose. 

Il rappresentante della squadra garantisce che tutti i giocatori della propria squadra siano perfettamente idonei alla pratica sportiva e in particolare del calcio a 5/8; l’organizzazione non si assume alcuna responsabilità sull’integrità fisica dei singoli giocatori avendo proposto una polizza assicurativa (convenzionata, e quindi avente un costo anche per l’organizzazione) a tutti i partecipanti che dovrà essere stipulata prima dell’inizio del torneo. Le squadre si impegnano a tenere indenni il Circolo Sportivo, l’Organizzazione,ed ogni singolo organizzatore e responsabile da ogni e qualsiasi responsabilità che fosse loro contestata da soggetti terzi, privati o pubblici, in relazione all’organizzazione del torneo. Il Comitato Organizzatore si riserva il diritto di adire per vie legali contro eventuali responsabili.

- Il Comitato Organizzatore del Torneo Master non ha alcuna responsabilità in ordine agli infortuni eventualmente occorsi ai Partecipanti o ai loro ospiti nel frequentare la Sede Sociale e gli impianti sportivi. La sola forma di copertura assicurativa è relativa alla Responsabilità Civile garantita dal Circolo ospitante.

Tutti coloro che hanno versato 10 EURO per l’assicurazione dovranno (facendo i dovuti scongiuri) in caso di infortunio avvisare entro 24 ore dal referto medico l’assicurazione al numero dell’ufficio o ai telefoni indicati sul regolamento. Immediatamente verrà avvertita l’assicurazione che si metterà a disposizione del giocatore.